JOLI CHEUR

Dime n po bel galant bel giuvu
duva seve ncamin
ncamin sun vers la Fransa
duva a j la mia speransa
duva a j m joli cheur
duva a j m joli cheur

Bel galant a l stait an Fransa
la va n piasa a spasig
a s ancuntra na franseisa
cha parlava a la piemunteisa
o muns bas mu bien
o muns bas mu bien

A l piala per sue man bianche
an grupeta a sl tir
a l mnala nsle culie
duva a j lerbtte fie
dui tre volte sa l bas
dui tre volte sa l bas

E ades che levi basme
bel galant me spuserai
sa l lon che mi pensava
sa l lon chi desiderava
de spus me joli cheur
de spus me joli cheur


ditemi un po bel galante, bel giovane, dove siete incamminato.
sono incamminato verso la Francia dove c la mia speranza,
dove c il mio delizioso cuore...
Il bel galante arrivato in Francia, va in piazza a passeggiare.
Incontra una francese che parlava alla piemontese:
o signore, baciatemi bene...
Lha presa per le sue mani bianche, se l messa in spalla,
lha portata sulle colline dove ci sono le erbette fini,
due, tre volte lha baciata...
E adesso che mi avete baciato, bel galante mi sposerete.
E quello che pensavo, quello che desideravo... di sposare il mio joli cheur



Torna all'elenco di PARTONO GLI EMIGRANTI
 
Info:
cantovivo@cantovivo.com - ita.cesa@immagina.net
+39 3358006846 / +39 3472777515

Marted 7 Dicembre 2021