TRE FRADEI AN FRANSA

Sa i sun tre fradei an Fransa tti e tre int'ua persun
A l'n sul che na surela l'e set an ch'a l' p ancur
La surela va a truveje a la porta d'la persun
O fradei me car fradei o cant d'una cansun
E 'I p cit l' cumensala j'autri dui a l'n cant
Marinar ch'a marinavu sa n'in chitu d'marin
Siadur ch'a la siavu sa n'in chitu de si
Sapadur ch'a la sapavu sa n'in chitu de sap
La serea ch'a cantava sa n'in chita de cant
Re di Fransa l'era 'n tala sa n'in chita de disn
Sa n'ai dis a le sue serve chi saran cui persun?
n e'l vi an t'le mie guardie l'aut me pagi e lu vi fe
L'aut e'l vi an scdaria per sentje tant bin cant


Ci sono tre fratelli in Francia tutti e tre in una prigione /
Essi non hanno che una sorellina che sette anni non li ha ancora /
La sorella va a trovarli alla porta della prigione /
"O fratelli miei cari fratelli oh cantate una canzone! /
Il pi piccolo l'ha cominciata gli altri due l'hanno cantata /
Marinai che navigavano smettono di navigare /
falciatori che falciavano smettono di falciare /
zappatori che zappavano smettono di zappare /
la sirena che cantava smette di cantare /
Il re di Francia era a tavola e smette di desinare /
egli dice alle sue serve "Chi saranno quei prigionieri?" /
Uno lo voglio nelle mie guardie l'altro voglio farlo mio paggio /
l'altro io lo voglio in scuderia per sentirli cos ben cantare



Torna all'elenco di DONATA PINTI
 
Info:
cantovivo@cantovivo.com - ita.cesa@immagina.net
+39 3358006846 / +39 3472777515

Marted 7 Dicembre 2021