PREFAZIONE AL LIBRO
“iFOGLI VOLANTI di Alberto Cesa - diario di un musicante” (il manifesto - 067)

Fogli Volanti, ovvero il viaggio di un “ragazzo a tempo indeterminato”.
Fogli Volanti è una raccolta-diario di fogli, appunto, scritti con passione e al tempo stesso con ironia. L’autore, Alberto Cesa, ne emerge con forza e spirito ("homo ludens") fra i fiumi del vino, le abbuffate, le bellissime, intelligenti canzoni, le osservazioni colte e calzanti, le molte dolcezze, la nostalgia per un mondo che negli Anni ‘60 e ‘70 molto prometteva a chi, come me, come lui, ha sempre vent'anni nel cuore. E’ presente nel testo, a volte, una eccessiva ridondanza, ma è quella stessa che si perdona ad un simpatico amico quando ha bevuto un po’ troppo, a “un ragazzo - come lui stesso si definisce - a tempo indeterminato”. Tra le pagine un altro elemento si fa strada con prepotenza ed è il sentimento di non voler cedere al tempo che scorre, agli uomini che cambiano e tornano peggiori, alla fatica di dover troppo spesso ricominciare daccapo.
Vi è forza in tutto ciò, anche quando Alberto Cesa “esagera” (e lo fa nel linguaggio “vilain” che spesso usa, nell’immagine bukowskiana che dà di sé, nelle idee politiche che forse a qualcuno appariranno irrecuperabilmente superate), perché Alberto, anche laddove gioca a fare il volgare, mantiene un suo rigore personale, è insolito, stravagante, non banale, sincero, coerente. Quando scrive, quando suona, ridendo e scherzando ci prende per mano e insieme a lui non smettiamo di sognare. E non è forse bello sognare un mondo di "eguali" nei diritti, un mondo di fratelli nei sentimenti, in un'epoca di "grandi fratelli" e di “eguali” perché clonati ? Alcuni diranno con scetticismo che è un'utopia, ma "le utopie" - come affermava il sociologo Mannheim - spesso altro non sono che "verità premature".

Graziella Franzinetti


  Ritorna all'indice >
 
Info:
cantovivo@cantovivo.com - ita.cesa@immagina.net
+39 3358006846 / +39 3472777515

Martedý 27 Ottobre 2020